Info: ambulatoriomartignano@hotmail.it
Da Lunedì a Venerdì: 10.00/12:00 - 17.00/20:00 Sabato: 9.00/16:00 (su appuntamento)

INGESTIONE SOSTANZE TOSSICHE



veterinario


INDURRE IL VOMITO NEL CANE
Tra gli incidenti domestici che possono capitare al nostro amico a quattro zampe c’è l’ingestione di sostanze tossiche. In questo caso è necessario agire subito e rivolgersi immediatamente al proprio veterinario o al Centro antiveleni più vicino. Gli operatori ti spiegheranno, al telefono, cosa fare.

Attenzione: non indurre il cane a vomitare prima di aver contattato l’uno o l’altro.

Al telefono è importante fornire il maggior numero possibile di informazioni, in modo che chi è dall’altra parte possa capire la situazione e indicarti cosa fare e cosa assolutamente non fare. Tra le informazioni da fornire ci sono queste:
- Cosa temi che abbia ingerito il cane (pianta tossica, prodotti per la pulizia, cioccolato, etc…)
- Quanto tempo pensi sia trascorso da quando ha mangiato la sostanza tossica
- I sintomi
- La sua taglia

In particolare, il vomito va indotto se l’animale ha ingerito una qualsiasi di queste sostanze:
- Liquido antigelo, se ingerito nelle ultime due ore
-Paracetamolo o aspirina
-Piante come l’azalea e il narciso
-Stricnina
-Lumachicida
-Topicida

SPOSTALO IN UN’ALTRA ZONA
Se l’operatore al telefono ti ha invitato a indurre il vomito al cane, la prima cosa da fare è spostarlo. Se è sdraiato nella sua cuccia o sulla moquette, devi trasferirlo in qualche altro luogo; potresti portarlo all’aperto o comunque in una stanza più facile da pulire. Se è debole potrebbe non essere in grado di alzarsi e camminare, in questo caso portalo tu o almeno aiutalo a reggersi.

DAGLI DEL CIBO
Sì, proprio così. Un po’ di cibo, non grandi quantità, può essere utile a stimolare il vomito; possono andare bene una piccola porzione di umido o una fetta di pane. Tuttavia l’animale potrebbe non voler mangiare di propria iniziativa, a quel punto bisogna cercare di inserirgli i bocconi direttamente in bocca. Non dedicare troppo tempo al tentativo di farlo mangiare.

QUANTO PEROSSIDO DI IDROGENO AL 3% SOMMINISTRARE
Se il veterinario o l’operatore del centro antiveleni ti confermano di indurre il vomito all’animale, procurati l’acqua ossigenata al 3%, si trova in farmacia o nei supermercati. Si tratta del prodotto più indicato per questa operazione. Somministrane un cucchiaino ogni 5 chili di peso corporeo.

COME SOMMINISTRARE IL PEROSSIDO
Metti la sostanza in una vasca, poi preleva con una siringa senza ago e fai ingerire il liquido dal canto mediale della bocca, il più vicino possibile alla gola. Attenzione: non mescolare il perossido di idrogeno con cibo o l’acqua prima di metterlo nel contagocce.

FAI CAMMINARE IL TUO AMICO
Il movimento, infatti, può stimolare il vomito perché il perossido di idrogeno si mescola con il contenuto gastrico. Fallo camminare per alcuni minuti, se non riesce limitati a muovergli delicatamente la pancia.
Dopo la somministrazione del perossido il cane dovrebbe vomitare entro pochi minuti; se non succede nulla dopo 10 minuti, dagliene un’altra dose. Alcune fonti dicono di non superare le due dosi di acqua ossigenata, mentre altre affermano che è accettabile arrivare fino a tre; in ogni caso, parla con il veterinario prima di dargli la terza.

ATTENZIONE. NON FAR VOMITARE IL CANE QUANDO ha ingerito:
- Acidi
- Oggetti lineari (corda, filo, spago)
- Oggetti appuntiti
- Frammenti ossei




logo di chiusura