Info: ambulatoriomartignano@hotmail.it
Da Lunedì a Venerdì: 10.00/12:00 - 17.00/20:00 Sabato: 9.00/16:00 (su appuntamento)

PROBLEMI AGLI OCCHI



veterinario


Può capitare che i nostri cani mostrino di avere problemi agli occhi, perché gonfi, perché lacrimano o per altri motivi.
Cosa fare?
Innanzitutto è bene distinguere tra un problema patologico e una caratteristica tipica della razza. I maltesi, i bolognesi e altre razze, per esempio, soffrono di epifora ovvero di chiusura parafisiologica del dotto lacrimale, per questo il pelo è sempre color rosso ruggine sotto l'occhio. Ecco, questo non è un problema sanitario.

Cerchiamo di capire, invece, quando è bene agire e come farlo.

Se gli occhi del nostro amico tendono a lacrimare molto allora è bene intervenire, innanzitutto impedendo all'animale di grattarsi e quindi applicando un collare elisabettiano (sarebbe buona norma averne sempre uno in casa per le urgenze). Questo è il primo passo da fare. In ogni caso non applicare nulla nell'occhio senza aver prima consultato il veterinario.

In particolare non applicare mai un antinfiammatorio cortisonico perché il rischio è di creare ulcere corneali. Anche la mancanza di lacrimazione è un problema da non sottovalutare e per il quale rivolgersi al tuo veterinario di fiducia.

Entriamo nello specifico della congiuntivite, un infiammazione della membrana connettiva dell'occhio piuttosto comune nei cani. La sua frequenza non deve però indurre a sottovalutarla perché, se non curata, può portare a gravi conseguenze, non ultima la perdita della vista.

Come per gli umani, si manifesta con lacrimazioni, occhi rossi e prurito. Può essere causata da sabbia, insetti, lana e erbe che entrano a contatto con l'occhio, o da ciglia incarnite, fumo, vento e anche sostanze gassose. Si sviluppa in tre forme: la congiuntivite catarrale, quella purulenta e quella follicolare. Quest'ultima è la più difficile da trattare e può diventare cronica.

E' molto importante tenere sempre pulito l'occhio con un panno imbevuto di acqua bollita o di soluzione fisiologica, ma per la cura vera e propria è necessario rivolgersi al medico veterinario che saprà prescrivere la terapia più adatta al tipo di problema.



logo di chiusura