Info: ambulatoriomartignano@hotmail.it
Da Lunedì a Venerdì: 10.00/12:00 - 17.00/20:00 Sabato: 9.00/16:00 (su appuntamento)

IL CONCENTRATO PIASTRINICO
PRP



IL CONCENTRATO PIASTRINICO: UN’ALTERNATIVA ALLA CHIRURGIA.

C’è un’alternativa naturale alla chirurgia ortopedica, nei casi di osteoartrosi articolare. E’ il concentrato piastrinico, detto anche comunemente PRP, acronimo per Plateled Rich Plasm, ovvero un prodotto con caratteristiche uniche, ottenuto attraverso una particolare lavorazione del sangue prelevato dal cane stesso.
Negli ultimi anni l’interesse per l’utilizzo di questa metodica è cresciuto in maniera esponenziale, portando a nuove scoperte sul suo possibile utilizzo in campo ortopedico veterinario.

veterinario PRP: un'alternativa naturale alla chirurgia.

CHE COS’E’.

Per ottenere il Prp il sangue prelevato dal cane viene sottoposto ad un trattamento che consente di separare la parte contenente le piastrine dal resto, ottenendo così una concentrazione piastrinica 4/5 volte superiore rispetto a quella normalmente presente in un campione ematico.

Le piastrine contengono al loro interno molecole chiamate fattori di crescita, che accelerano la rigenerazione dei tessuti e possono essere utilizzate per promuovere la guarigione in caso di lesioni di legamenti e tendini o di patologie articolari come l’osteoartrite.
L’uso del concentrato piastrinico, infatti, permette la rigenerazione dei tessuti in modo naturale, fornisce al paziente un sollievo duraturo dal dolore ed aumenta la mobilità dell’articolazione colpita. Il tutto senza rischio di reazioni allergiche o trasmissione di malattie infettive, poiché il prodotto viene ottenuto partendo da un prelievo di sangue del paziente stesso.


QUANDO SI PUO’ UTILIZZARE.

Le occasioni di utilizzo sono svariate:

  • Trattamento di cisti ossee.
  • Trattamento di fratture non consolidate.
  • Lesione degenerative dei tendini.
  • Artrosi delle grandi articolazioni.
  • Lesioni muscolari.
  • Trattamento del dolore e riduzione dell’infiammazione delle articolazioni.

Il concentrato piastrinico può inoltre essere utilizzato per trattare alcune patologie non ortopediche, come:

  • Trattamento di ulcere cutanee.
  • Trattamenti in caso di perdite di tessuto cutaneo.
  • Lesioni cutanee croniche con tendenza alla guarigione scarsa o nulla.
  • Ulcere da decubito.
  • Fistole circumanali.

COME AGISCE IL CONCENTRATO PIASTRINICO.

Le piastrine isolate dal campione di sangue del cane contengono granuli ricchi di fattori di crescita che, una volta rilasciati nella sede di lesione hanno un ruolo fondamentale nella stimolazione della rigenerazione e nella guarigione dei tessuti sia molli sia duri (ossa), poiché stimolano attivamente le cellule contenute al’interno dell’articolazione quali osteoblasti, condrociti e tenociti.
Attraverso l’iniezione del concentrato piastrinico si inserisce quindi all’interno dell’articolazione colpita dalla patologia una grande quantità di fattori di crescita, con l’obiettivo di migliorare la vita del cane riducendo o eliminando dolore e infiammazione, recuperando la limitazione funzionale e riducendo la probabilità di dover intervenire chirurgicamente.


I VANTAGGI.

Essendo un trattamento di natura autologa, il rischio di trasmissione di malattie infettive e di reazioni da parte del sistema immunitario è assente. L’elevata concentrazione dei fattori di crescita nel sito di inoculo permette una guarigione accelerata. Si tratta di un intervento poco invasivo e quindi molto ben tollerato, inoltre le tempistiche di preparazione e di applicazione sono brevi.


COME SI ESEGUE IL TRATTAMENTO.

Come prima cosa, viene prelevata una piccola quantità di sangue dal cane, quindi l’animale viene preparato per l’infiltrazione, mentre un altro medico procede con la separazione delle piastrine per l’ottenimento del Prp. L’infiltrazione avviene sotto sedazione, così da evitare inutile stress o sensazione di dolore all’animale. La sedazione è molto sicura e di brevissima durata. Consiste in un’iniezione intrarticolare, ovvero all’interno dell’articolazione colpita. A trattamento finito, nel giro di breve, il cane può essere rilasciato a tornare a casa con la propria famiglia. Le uniche precauzioni che consigliamo dopo il trattamento sono una limitazione dell’esercizio fisico e il controllo periodico del peso.

Pensi che il tuo cane possa ottenere beneficio dal trattamento? Vuoi avere più informazioni o fissare un appuntamento? Non esitare a contattarci!



logo di chiusura